Mission e Vision

Diasen ha una mission importante da compiere, un sogno che va ben oltre il perimetro del proprio settore e impatta sulla qualità della vita delle persone, sugli equilibri del pianeta e sul futuro che siamo in grado di lasciare

Diasen coltiva un sogno:

orientare la tecnologia, la ricerca, l’innovazione, i prodotti e il lavoro verso una chimica compatibile che si ponga al servizio dell’uomo nel suo bisogno più urgente ed antico: la ricerca incessante di spazi di vita in grado di soddisfare esigenze sempre più complesse di protezione, di benessere e di comfort.

Il nostro orizzonte di riferimento è un’edilizia che, nei prossimi venti possa diventare integralmente sostenibile. Per questo Diasen ha intrapreso un percorso innovativo e irreversibile: sposare materie prime naturali, scommettere sulla centralità strategica del sughero, ricorrere a materiali di sintesi mai oltre lo strettamente necessario.

Per sostenere una vision così impegnativa servono valori forti. Diasen li ha riassunti in uno schema suggestivo di 6 P che conducono che conducono alla settima che le sintetizza tutte la Perfezione:

1

PRODUCT

Il prodotto è l’essenza, la ragion d’essere, la sostanza da cui si parte e a cui si torna.
2

PROJECT

É il perimetro ragionato, la proposta che genera un elevato standard di valore.
3

PEOPLE

Sono la base del successo perché assicurano intelligenza, sensibilità e calore.
4

PASSION

La passione è il propellente che trasforma un progetto nel desiderio di un traguardo.
5

PARTNERSHIP

Relazioni durature aiutano lo sviluppo di una partnership che crea valore.
6

PRESERVE

Preservare l’ambiente, conservare edifici e relazioni: anelli forti di sostenibilità.
7

PERFECTION

L’orizzonte e la sinergia che derivano dalla combinazione di tutti gli altri valori.

La vision di Diasen

si declina in una chimica al servizio dell’uomo, in una mission che comporta una scelta di campo green: essere green scegliendo il valore al posto del prezzo; preferendo la sostenibilità alla funzionalità; privilegiando il “costruire mediterraneo” rispetto ai modelli abitativi nordeuropei.

Per diventare green bisogna essere differenti nelle cose di ogni giorno:

esplorando senza timori mercati nuovi;

lottando per essere riconoscibili, memorabili e memorizzabili;

credendo sempre all’unicità sostenibile dei nostri prodotti;

navigando su rotte nuove rispetto ai concorrenti;

ricercando in ogni momento la proposta di valore più forte e convincenti.

Essere differenti è un abito mentale ma anche un metodo per essere smart, ovvero reattivi, veloci e orientati al risultato. In una parola intelligenti, perché questo è l’unico modo per dare al lavoro le due grandi chiavi del successo: intelligenza dei materiali e intelligenza delle soluzioni.