Newsroom

IL SUGHERO COME ECCELLENZA NATURALE PER IL COMFORT TERMICO E IL RISPARMIO ENERGETICO

By 27 Luglio 2022 No Comments

Il sughero è un materiale vegetale e mediterraneo, rivestimento e protezione della quercia da sughero, che possiede proprietà uniche che lo distinguono nel campo degli isolanti termici.
La sua struttura, infatti, è caratterizzata da una geometria alveolare le cui cavità sono occupate dall’aria, dando vita a un materiale molto poroso e leggero, elastico, compatto e in grado di sfruttare, appunto, le capacità isolanti dell’aria inglobata.

Usato per l’isolamento termico e acustico, sia all’interno che all’esterno degli edifici come nelle soluzioni Diasen, il sughero, accuratamente selezionato e lavorato, garantisce una protezione duratura, priva di alterazioni legate allo scorrere del tempo e senza emissione di polveri o di sostanze pericolose.


Come noto l’isolamento termico, sia invernale che estivo, su edifici esistenti e di nuova costruzione è una delle caratteristiche fondamentali che impattano sul comfort abitativo e sul risparmio energetico. Ma quali sono i parametri che consentono di tenere allineati risparmio energetico e comfort termico?
Troviamo, innanzitutto, la trasmittanza termica, che consente di misurare le dispersioni termiche attraverso l’involucro di un edificio; si tratta di un parametro stazionario direttamente correlato alla riduzione dei consumi energetico e che agisce sulla temperatura superficiale, elemento centrale dell’equilibrio termoigrometrico e fattore e fattore di salubrità e benessere degli ambienti.


L’inerzia termica di un edificio consiste, invece, nella sua capacità, nel tempo, di trattenere il calore all’interno delle murature una volta spento l’impianto di riscaldamento, riducendo e ritardando l’effetto di sollecitazioni esterne (sfasamento).


La diffusività termica è il parametro che meglio racconta quanto l’edificio sia efficace in termini di protezione termica perché fornisce la risposta quantitativa in merito a quanta energia termica viene bloccata e quanta viene trattenuta nel materiale evitando di sovraccaricare la struttura muraria.


Si faceva cenno in precedenza al tema delle sollecitazioni che possiamo suddividere in due diverse categorie:

  • sollecitazioni termiche esterne, ovvero la combinazione tra la temperatura esterna e la componente di radiazione esterna;
  • sollecitazioni termiche interne, ovvero da radiazione solare (che, ad esempio, proviene anche dalle vetrate) o dall’impianto di riscaldamento/raffrescamento.

Le biomalte Diasen della linea Diathonite consentono di combinare, in un unico prodotto, bassa trasmittanza termica e bassa diffusività termica; proprietà che le rendono ideali per migliorare i livelli e le percezioni di comfort e per intervenire in modo conveniente e strutturale sul risparmio energetico.