Criteri Ambientali Minimi: ecco perché scegliere i prodotti Diasen

Con i nuovi Criteri Ambientali Minimi cambiano le regole per le Pubbliche Amministrazioni nella stesura dei documenti per le gare d’appalto.

Orientare i progettisti verso il recupero di edifici esistenti senza costruirne di nuovi occupando altro suolo. È questo l’obiettivo dei nuovi Criteri Ambientali Minimi (CAM) introdotti con il decreto dell’11 Gennaio 2017 e con il nuovo codice degli appalti (d.lgs. n. 50/2016). Le Pubbliche Amministrazioni dovranno così redigere ed approvare progetti che rispondano a criteri di sostenibilità ambientale, specialmente nell’individuazione dei criteri di aggiudicazione dell’offerta.

Diventa sempre più fondamentale, quindi, realizzare edifici in grado di valorizzare le caratteristiche ambientali e di contenere i consumi energetici. Come? Attraverso l’utilizzo di soluzioni innovative che consentano un uso efficiente delle risorse ambientali e la riduzione dei consumi di energia sia nella realizzazione dell’opera che durante tutto il ciclo di vita.
 
Negli interventi di costruzione, ristrutturazione e manutenzione il progettista dovrà dunque prediligere l’utilizzo di materiali riciclati pari al 15% in peso sul totale dei materiali utilizzati. Inoltre almeno il 50% dei componenti edili deve essere riutilizzabile o riciclabile a fine vita. I prodotti scelti non dovranno contenere sostanze dannose per lo strato di ozono (CFC, PFC, HCFC, ecc.). Inoltre, il progettista, nella scelta degli isolanti termici ed acustici, dovrà orientarsi verso soluzioni provviste di Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD) che attesti l’assenza di sostanze nocive e la presenza di materie prime riciclate.
 
I prodotti Diasen rispecchiano pienamente i Criteri Ambientali Minimi (CAM) e i nuovi obiettivi da perseguire nella costruzione o nel recupero di edifici di interesse pubblico.

Gli intonaci della linea Diathonite, studiati per l’utilizzo della bioedilizia e nel restauro storico, hanno infatti ottenuto la certificazione EPD in quanto sono realizzati con materie prime naturali e riciclate, non contengono sostanze dannose per l’uomo. e per l’ambiente e consentono un miglioramento del comfort abitativo, perfezionando l’isolamento termico, equilibrando il grado di umidità e attenuando il riverbero.